Comune di Spello e organizzazioni sindacali si confrontano sul bilancio di previsione 2020-2022

Cgil, Cisl e Uil valutano positivamente il documento e la scelta di condivisione dell’Amministrazione

Spello, 21 febbraio 2020 - “Prendiamo atto positivamente del bilancio di previsione 2020-2022 approvato dal Comune di Spello che mantiene le fasce sociali di esenzione, non aumenta il prelievo fiscale e prosegue sulla strada degli investimenti e del sostegno alle politiche di coesione sociale”. Cgil, Cisl e Uil all’indomani dell’incontro promosso dall’Amministrazione comunale per presentare il documento approvato lo scorso 23 dicembre, accanto alla valutazione positiva dello stesso, sottolineano “la condivisione del metodo di confronto tra le parti sociali, quale indubbio arricchimento della democrazia e della partecipazione”. Alla riunione svoltasi nel palazzo comunale erano presenti il sindaco Moreno Landrini l’assessore alle politiche sociali Rosanna Zaroli, Angelo Scatena della Cgil, Mario Bravi e Bernardo Baldoni Spi Cgil, Bruno Mancinelli della Cisl, Antonio Longarelli Fnp Cisl e Andrea Russo della Uil.  Le organizzazioni sindacali nell’attribuire a Spello il primato del Comune in Umbria ad aver richiesto un confronto sul bilancio, hanno espresso la “necessità di allargare il confronto all'ambito sociale di zona, per rafforzare la coesione sociale e costruire appositi progetti di potenziamento della rete del welfare territoriale”. “In un contesto che vede il Comune con risorse insufficienti da destinare al soddisfacimento dei bisogni anche primari dei cittadini – commenta il sindaco Landrini - il confronto con le parti sociali acquista oggi un valore ancora maggiore perché offre la possibilità di comprendere e valutare insieme le risposte più adeguate per fronteggiare i profondi cambiamenti in atto”. I sindacati hanno inoltre espresso contrarietà ai tagli proposti dalla Giunta regionale nell'ambito del sistema del trasporto pubblico locale “che rischiano di danneggiare il diritto alla mobilità dei cittadini delle periferie e dei comuni più piccoli”. L’incontro si è concluso con la volontà di programmare a breve ulteriori confronti per affrontare le problematiche della sanità e dei rifiuti e le tematiche relative allo sviluppo, all’occupazione e all'andamento degli investimenti programmati.

 

Uffici Comunali