Consiglio comunale approva nei termini di legge il bilancio consuntivo 2018

Spello, 9 maggio 2019 – Il Consiglio comunale nella seduta dello scorso 29 aprile, nel rispetto dei termini di legge, ha approvato il Rendiconto di gestione 2018, un documento complesso e articolato in ben 29 allegati che “riepilogano” attività, verifiche e metodi attraverso i quali si effettua una verifica consuntiva delle attività svolte, dei risultati in termini di competenza e cassa dell’esercizio appena passato. “Il Rendiconto di gestione - afferma il vice sindaco e assessore al bilancio - rappresenta uno dei tre momenti fondamentali durante l’anno, unitamente al Bilancio di Previsione, alla verifica degli equilibri di bilancio con elaborazione del Documento Unico di programmazione, entrambi approvanti entro le rispettive scadenze. I risultati  - continua - confermano la virtuosità del nostro Ente che grazie alle affidabili capacità predittive e alle attività svolte dalle varie aree funzionali, è riuscito a mantenere gli impegni assunti e a chiudere un esercizio con un avanzo di amministrazione utilizzabile di  350 mila euro dopo aver stanziato gli accantonamenti di legge per  2,1  milioni di euro quasi tutti assorbiti dal fondo crediti dubbia esigibilità, e mantenuto  640 mila euro destinati alla parte con vincolo di destinazione”.  Il vice sindaco precisa, inoltre, che il Comune ha registrato circa 9,8 milioni di euro di riscossioni e 9,3 di euro di pagamenti che unitamente ai movimenti sui residui, al fondo cassa e al fondo pluriennale vincolato hanno consentito la realizzazione del citato risultato”; l’indebitamento si è ridotto a soli 720  mila euro circa, il costo del personale è pari al 29% delle spese correnti ben al di sotto del limite  massimo normativo e il patrimonio netto si attesta a 30 milioni circa”. “Siamo giunti alla fine di questo mandato amministrativo -  conclude -  orgogliosi di aver condiviso con il sindaco, i colleghi di Giunta e con gli Uffici comunali una sana gestione che ci ha consentito di cogliere importanti opportunità di sostegno finanziario pubblico utilizzate e programmate per la realizzazione di interventi che ci hanno consentito di portare a termine storici interventi infrastrutturali e creare i presupposti per ulteriori investimenti già acquisiti per circa 10milioni di euro. Si prospetta una nuova fase quindi ricca di opportunità sia per l’ulteriore sviluppo della città che per l’organizzazione comunale con un turnover favorito dalle diverse cessazioni di servizio per quiescenza”. “Spello – commenta il sindaco - è diventata una delle principali mete della nostra Regione grazie alle sue ricchezze archeologiche, artistiche, ambientali che si coniugano in un contesto urbanistico e sociale vissuto con passione e partecipazione dai cittadini e dalle associazioni, pur coscienti di essere parte integranti di un sistema “Umbria” che per essere competitivo deve restare unito e proporsi in modo sinergico e congiunto”.
Uffici Comunali