Il sipario dell'auditorium Parco della Musica di Roma si alza sul Festival del Cinema di Spello

La kermesse umbra si è presentata al grande pubblico di “Alice nella Città”. La presidente Cocchini: “Nel 2018 una nuova sezione ed un nuovo premio”


Una location speciale ed un evento prestigioso per raccontare il “Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri - Rassegna concorso Le Professioni del Cinema” che, nel 2018, spegnerà le sue prime sette candeline. In occasione dell’edizione 2017 di “Alice nella Città”, sezione indipendente e parallela della grande Festa del Cinema di Roma (26 ottobre - 5 novembre), infatti, l’Auditorium Parco della Musica, giovedì 2 novembre, ha spalancato le proprie porte per accogliere la kermesse umbra dedicata ai professionisti del dietro le quinte, a coloro che con passione e impegno plasmano l’anima di ogni pellicola, regalando al pubblico grandi emozioni. Ad intervenire all’evento, oltre a Donatella Cocchini, presidente dell’Associazione Culturale di Promozione Sociale “Aurora” - ente promotore del Festival del Cinema di Spello, anche Moreno Landrini, sindaco di Spello, Irene Falcinelli, assessore alla Cultura del Comune di Spello, e Vincenzo Aronica, responsabile eventi e marketing del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. LE NOVITA’ -Ad illustrare alcune delle novità dell’edizione 2018 del Festival, che si terrà a Spello dal 24 febbraio al 4 marzo, è stata la presidente Cocchini. “D’accordo con il direttore artistico, il regista Fabrizio Cattani, abbiamo deciso di inserire nella prossima edizione una nuova sezione, intitolata “Spello International Short Film Festival”, dedicata ai cortometraggi internazionali e nell’ambito della quale verranno premiati, com’è nell’anima del Festival del Cinema di Spello, i professionisti del dietro le quinte. Una sezione - ha proseguito la presidente Cocchini - che sta suscitando grandissimo interesse negli addetti ai lavori di tutto il mondo. Ad oggi, infatti, sono arrivati lavori da Grecia Spagna, Stati Uniti, ma anche da Australia, Giappone, Russia, Iran e Israele. Altra novità - ha anticipato - sarà il premio dedicato al produttore esecutivo”. I riconoscimenti assegnati agli artigiani del cinema saranno, dunque, tredici. A questi si aggiungeranno, poi, i premi dedicati alle pellicole e quelli speciali. Previsto, poi, il coinvolgimento di due realtà del territorio umbro che operano a sostegno di persone con disabilità. “Dopo il successo riscosso lo scorso anno con gli ospiti della Caritas di Assisi, - ha spiegato Donatella Cocchini - il progetto “Creatività, integrazione ed inclusione multiculturale e sociale” verrà non solo replicato ma anche ampliato. Ad esser coinvolti quest’anno, dunque, saranno i ragazzi stranieri accolti dalla Caritas di Foligno e gli ospiti dell’associazione “Arcobaleno” di Spello e della cooperativa “La Serra” sempre di Foligno”. A loro spetterà il compito - supportati dai volontari e dallo staff del Festival del Cinema di Spello - di realizzare dei veri e propri cortometraggi sul tema “Libertà e diversità”, così come d’altronde faranno anche i ragazzi degli istituti superiori che aderiranno al bando. A questi ultimi, inoltre, sarà dedicato il concorso di scenografia e costumi su “Raffaello” e “Raffaello in Umbria”. In agenda anche tutta una serie di seminari che verrà realizzata all’interno delle scuole del territorio nell’ambito della recitazione, regia, sceneggiatura, doppiaggio, montaggio e creazione di suoni. “Grazie al Festival del Cinema di Spello - ha detto l’assessore Falcinelli - i giovani imparano a conoscere quelle che sono le professioni svolte da chi sta dietro le quinte. E’ un percorso lungo e difficile, ma per i nostri ragazzi rappresenta un’esperienza importante”. IL TEXAS - Alla settima edizione, il Festival del Cinema di Spello arriverà, inoltre, forte di un altro prestigioso traguardo raggiunto, la nascita di uno spin-off in Texas. Lo scorso mese di settembre, infatti, si è tenuta la prima edizione dell’“Umbria in Sugar Land Italian Film Festival”, evento che punta a diffondere la cultura cinematografica italiana oltreoceano e a promuovere il territorio umbro. “La visita in Texas è stata straordinaria” è stato il commento del sindaco Landrini, che ha aggiunto: “Siamo stati messaggeri di quello che è lo stile di vita e il modo di fare che contraddistingue tutta Italia. Ora, sta alle istituzioni far sì che questo progetto possa avere un respiro sempre più ampio”. LE COLLABORAZIONI - Da diversi anni, ormai, il Festival del Cinema di Spello vanta importanti sinergie, a cominciare da quella con il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. “E’ il terzo anno che collaboriamo con la presidente Cocchini - ha dichiarato Vincenzo Aronica - perché è nel nostro spirito esser presenti su tutto il territorio nazionale, ma anche perché siamo vicini ai progetti dedicati ai giovani, come quelli promossi dal Festival di Spello. Quest’anno saremo presenti con una mostra dedicata ai baci nel cinema. Esporremo 60 immagini, alcune celebri ed altre meno conosciute, vere e proprie chicche che abbiamo scovato nei nostri archivi”. Nell’era dei social, inoltre, il Festival del Cinema di Spello e il Centro Sperimentale di Cinematografia hanno deciso di lanciare l’iniziativa “Baci nel cinema”. In alcune piazze dei Comuni aderenti alla rete del festival saranno infatti presenti dei pannelli a disposizione del pubblico per immortalare i loro baci. “Vogliamo condividere emozioni - ha sottolineato Aronica -. Troppo spesso vediamo immagini di violenza, con questo momento di condivisione vogliamo riempire i social di baci, vogliamo essere trasgressivi”. I PRESENTI - In occasione della trasferta romana sono stati tanti gli amici del Festival che hanno risposto presente all’invito della presidente Cocchini. Tra questi: il maestro Federico Savina, docente di tecnica del suono al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, il produttore esecutivo Roberto Andreucci, il direttore di Coming Soon Adriano Amidi Migliani, il presidente dell’Associazione Creatori di Suoni, Massimiliano Prezioso, il rumorista Matteo Bendinelli, il montatore Gianluca Scarpa, lo sceneggiatore Armando Maria Trotta, il regista e conduttore di “Hollywood Party” di Radio Rai 3, Alessandro Boschi, ed Elizabeth Missland. PATROCINI E COLLABORAZIONI - Il “Festival del Cinema Città di Spello ed i Borghi Umbri” vanta oggi importanti patrocini. Accanto a quello della Regione Umbria, figurano infatti quelli del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, di Rai e Rai Movie e di Tv2000. 

Uffici Comunali