L’Oro di Spello, Festa dell’Olivo e Sagra della Bruschetta, la 56ª edizione tra cultura, tradizione e innovazione

Eventi folcloristici, esposizioni di prodotti tipici, show cooking e aperitivi con bruschette gourmet dal 17 al 19 novembre

Gran finale in Piazza Kennedy con i Carri della Frasca per la Festa della Benfinita

 

Spello, 6 novembre 2017 - Un olio che racchiude la storia, la cultura e la tradizione del territorio spellano diventa il protagonista della cucina nazionale e internazionale: sta per alzarsi il sipario su L’Oro di Spello, Festa dell’Olivo e Sagra della Bruschetta, la manifestazione dedicata all’oro verde dalle radici millenarie in programma dal 17 al 19 novembre promossa dal Comune di Spello in collaborazione con la Pro Spello. La kermesse giunta alla 56ª edizione, torna con un ricco programma in cui si coniuga l’amore per la tradizione e l’aspetto folcloristico della Festa della Benfinita con un’attenzione alle innovazioni in cucina dove l’olio extravergine d’oliva è considerato l’ingrediente “principe”. Questa mattina la presentazione ufficiale durante una conferenza stampa svoltasi nella sala degli Zuccari del Palazzo comunale alla presenza del sindaco Moreno Landrini, dell’assessora comunale alla cultura Irene Falcinelli e in collegamento telefonico, il direttore artistico della manifestazione Jacopo Fontaneto.

Si consolida il percorso iniziato la scorsa edizione con il filone L’Oro di Spello incontra la cucina italiana finalizzato alla promozione dell’olio come elemento identitario del territorio. Con la supervisione del direttore artistico della manifestazione, il giornalista dell’editoriale del Gruppo l’Espresso e critico gastronomico Jacopo Fontaneto, andranno in scena Show Cooking e Aperitivi con bruschette gourmet, questi ultimi la novità di questa edizione, con una ventina di chef che insieme a quelli locali, daranno vita ad assaggi e preparazioni dove l’olio spellano incontrerà i sapori della Penisola da Nord a Sud.  Da non perdere sabato 18 alle ore 15.00 in Largo Mazzini USA to Italy international Gourmet bruschetta!: lo chef toscano Paolo Fioravanti in collegamento dal ristorante “Spiga” di Totowa nel New Yersey realizzerà in diretta bruschette gourmet insieme a Massimo Sgobba, corporative chef di Veratour e Roberto Balgisi, executive chef del Grand Hotel Alassio. Si rinnova la “sfida” dell’OIL School Contest in cui gli studenti degli Istituti Alberghieri di Assisi, Città di Castello e Spoleto si misureranno con ricette senza glutine che saranno poi giudicate da una giuria composta da esperti.  Durante tutta la manifestazione i ristoranti del centro storico aderenti, proporranno un menù a tema, sempre dedicato all’olio, che sarà cucinato in collaborazione con chef e relatori provenienti da diverse regioni d’Italia. Sabato 18 nelle taverne dei Terzieri Mezota, Porta Chiusa e Pusterula, sarà inoltre possibile gustare tre menù d’autore con tre differenti percorsi dedicati a L’Oro di Spello.

Torna come protagonista la mostra mercato dei prodotti tipici di “Spello, Gusto e Qualità”, il partenariato pubblico privato finalizzato alla promozione e valorizzazione della filiera corta che vede il Comune di Spello al fianco dei produttori locali, espressione delle tipicità come olio, legumi, zafferano e tartufo nero (18 e 19 dalle ore 9.00 in Largo Mazzini).

 

Il momento clou della manifestazione rimane strettamente ancorato alla tradizione: già dalla mattina di domenica 19 lungo le vie del centro storico sarà possibile ammirare i Carri della frasca, i carri agricoli in cui viene ricostruito un albero di olivo arricchito di salumi, formaggi e frutta quale premio di fine raccolta al Caposcala, recuperando le antiche usanze oggi perdute.  I Carri della frasca saranno realizzati dai Terzieri Pusterola, Mezota e Porta Chiusa e dalle associazioni del territorio: Centro Sociale San Felice, Gruppo Ricreativo di Santa Luciola, Comitato di Capitan Loreto, Amici di Acquatico, Ombrikos.  Le Associazioni e i Terzieri metteranno in scena spaccati di vita contadina e cittadina dei tempi passati recuperando i momenti tradizionali della raccolta e della lavorazione delle olive. Alle ore 15.00 i carri si sposteranno in piazza Kennedy per la Festa della Benfinita con musica, balli, esibizione di saltarello e tante bruschette con l’olio novello; a seguire la premiazione del carro più caratteristico. Il pomeriggio si concluderà con Olio, risotti e solidarietà il cui ricavato sarà destinato alla sede della Croce Rossa di Spello.

Anche quest’anno non mancherà il coinvolgimento degli studenti dell’Istituto comprensivo “G. Ferraris” che domenica 19 al Palazzo Urbani Acuti con un apposito stand saranno i protagonisti della mostra Un filo d’olio; alle ore 17.15 nella Sala d’Accoglienza della Chiesa di Sant’Andrea ci sarà invece la premiazione dell’estemporanea dei lavori realizzati da tutti gli alunni. Inoltre, sabato e domenica, sarà possibile ammirare la mostra Ammoniti attraverso il tempo e Spello underground a cura dell’Associazione G.M.P. - G.A.I.A (in via Borgo San Sisto II ore 10.00-13.00 e 15.00-18.00), mentre per gli amanti delle camminate tra la natura da non perdere domenica mattina il trekking alla scoperta dell’Acquedotto romano, un percorso di circa 5 km con la guida dell’Associazione “Spello cammina”. Sempre domenica, alle ore 10.00 in Piazza Kennedy, castagnata a cura dell’Avis sezione di Spello.

“L’Oro di Spello, Festa dell’Olivo e Sagra della Bruschetta, si presenta nell’ampio scenario enogastronomico italiano con il valore aggiunto della promozione delle nostre tipicità legate all’olio extra vergine di oliva, il prodotto più rappresentativo e più importante del territorio – commenta il sindaco Landrini -. Nel segno della tradizione, la giornata conclusiva di domenica sarà dedicata alla Festa della Benfinita, con la sfilata dei caratteristici carri impreziositi dalle frasche dell’olivo, quale importante momento di aggregazione per ri-scoprire il nostro più grande “tesoro””.  Il Festival gastronomico di portata nazionale porterà a Spello chef da tutta Italia, protagonisti di serate, eventi e show cooking, con l’obiettivo di valorizzare il ruolo di questo grande “tesoro”, tra tradizione e tendenza”.

“La 56° edizione della manifestazione consolida la collaborazione con Jacopo Fontaneto che con il coinvolgimento dei giovani chef italiani valorizza il nostro olio extravergine di oliva nei piatti tipici della cucina umbra e italiana – continua l’assessora Falcinelli -. I partner del Consorzio “Spello - gusto e qualità” mettono in tavola i prodotti tipici del nostro territorio dando vita a una sinergia tra tradizione e innovazione. La seconda esperienza che proponiamo è il contest degli Istituti alberghieri: olio e cucina naturalmente senza glutine. Attenzione al mangiar sano che trae le origini dalle abitudini corrette che vanno coltivate e studiate sin da piccoli ed è per questo che le classi terze della scuola primaria dell’Istituto comprensivo “G. Ferraris” propongono in mostra lo studio dal titolo “Un filo d’olio””.

“La formula distintiva della seconda edizione di quello che può ormai può essere definito un vero e proprio festival – afferma il direttore artistico Fontaneto - è quella di far incontrare questo olio straordinario, l’Oro di Spello, con la cucina italiana: per questo motivo da ogni angolo d’Italia arriveranno chef, che ognuno con le proprie ricette e tradizioni, reinventeranno nuovi piatti.   Quest’anno abbiamo inoltre deciso aggiungere il riso che si sposa perfettamente con l’olio; saranno preparate numerose ricette, tra cui il risotto al gorgonzola che vedrà l’olio quale ingrediente principale per la mantecatura”.

La manifestazione si arricchisce anche di un’anteprima in programma lunedì 13 novembre al CosmoFood della Fiera di Vicenza (ore 17 Padiglione 6) con Riso, Gorgonzola e L’Oro di Spello, tre show cooking che vedranno all’opera gli chef Agostino Sala, Giorgio De Fabiani e Giancarlo Rebuscini.

Il programma completo è consultabile sul sito del Comune di Spello: www.comune.spello.pg.it

Uffici Comunali