Tassa sui Rifiuti – Il Comune assicura la corretta applicazione

Narcisi: “Dal confronto con gli Uffici Tributi non ci sono errori nel calcolo della quota variabile”

 Spello, 20 novembre 2017 - In merito alle notizie pubblicate nei giorni scorsi relative a possibili errori nel calcolo della quota variabile della TARI (Tassa sui Rifiuti) sulle pertinenze delle abitazioni, il Comune di Spello comunica di aver sempre applicato regolarmente la Tari nel rispetto della normativa.  “Dal confronto con l’Ufficio Tributi - comunica Gian Primo Narcisi Vice Sindaco e Assessore al Bilancio -  per quanto già noto si è confermata la corretta applicazione delle quote.  La TARI infatti si paga in base ad una quota fissa basata sulla superficie ed una quota variabile in base al numero dei componenti delle utenze domestiche. L’errore constatato, che come detto non riguarda Spello – continua il vice sindaco - è relativo all’ applicazione della quota variabile anche sulle pertinenze.   La TARI, per Legge, viene infatti applicata per assicurare l’integrale copertura del relativo servizio raccolta, smaltimento rifiuti urbani. Dagli ultimi rilievi a Spello il costo complessivo del Servizio è di circa 1,3 milioni con conseguente ripartizione fra circa 4300 utenze domestiche e 740 non domestiche. Purtroppo negli ultimi anni, causa anche le note difficoltà congiunturali, si registrano sempre maggiori difficoltà nella puntuale e integrale riscossione arrecando in tal modo disagi alle casse comunali”.

Uffici Comunali