Biblioteca Comunale

Biblioteca Comunale "Giacomo Prampolini"

Biblioteca Comunale "Giacomo Prampolini"

Ex Collegio Vitale Rosi, Largo Mazzini, 06038 Spello (PG)

La nuova biblioteca comunale di Spello è intitolata a Giacomo Prampolini, scrittore, poeta, saggista e traduttore italiano vissuto a Spello per molti anni.  Inaugurata ufficialmente il 22 dicembre 2007, alla presenza del ministro della Pubblica Istruzione Giuseppe Fioroni,  la biblioteca è situata nell’Oratorio di San Jacopo, all’interno dell’ex Collegio Vitale Rosi, e conserva affreschi del XVI secolo.

La collezione di volumi è costituita da un Fondo Moderno di oltre 7000 volumi organizzato in tre sezioni: Generale, strutturata per argomento, Ragazzi, con pubblicazioni dedicati ai lettori più giovani, e Locale, con testi attinenti alla storia e alla cultura locale. Di recente acquisizione il Fondo Marchionni, una collezione di circa 200 unità librarie dedicate alla medicina e alla chirurgia donate dall’omonima famiglia spellana a cui apparteneva il medico chirurgo Mario Marchionni, primario dell’ospedale di Spello negli anni sessanta.

La biblioteca garantisce agli utenti il servizio di prestito domiciliare, lettura e consultazione dei testi, assistenza nelle ricerche bibliografiche, consultazione banche dati di biblioteche in internet grazie alla recente catalogazione dei testi con il Sistema Bibliotecario Nazionale, che consente la consultazione delle biblioteche pubbliche direttamente dal proprio PC. Inoltre la biblioteca di Spelo è dotata di una postazione internet a disposizione degli utenti per ricerche ed informazioni bibliografiche.

L’edificio che ospita la biblioteca è anche sede della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo “Galileo Ferraris”, particolarità questa che rende ancora più diretta e spontanea l’interazione fra la lettura e i ragazzi. Con questo scopo, infatti, l’Amministrazione Comunale e la società Sistema Museo hanno organizzato una serie di attività didattiche che hanno come luogo di svolgimento la biblioteca e come filo conduttore la lettura.

Sono state proposte una serie di attività, rivolte ad un pubblico in età scolare, che hanno come filo conduttore la lettura animata, ma che attraverso laboratori creativi, giochi interattivi, recitazione, e oggetti tangibili, mirano a potenziare le capacità espressive e creative dei ragazzi, ma anche a svilupparne l’attenzione e la capacità di ascolto.

Uno spazio che sia perciò luogo di studio e di istruzione, ma anche dove si promuova e sensibilizzi i ragazzi alla lettura.

Il Comune di Spello è dotato inoltre di un prestigioso Fondo Antico, oggi conservato al primo piano del Palazzo Comunale. Contiene circa 4000 volumi, fu costituito riunendo le biblioteche delle Corporazioni religiose soppresse dopo l’unità d’Italia. “Perla” della biblioteca, sotto l’aspetto bibliografico, è un incunabolo stampato a Venezia nel 1474. Le scaffalature, in legno dipinto ed in stile veneziano del sec. XVII, vi vennero trasferite dal convento di S. Andrea. Dopo la fase di ripristino post sisma, che ne ha riconsentito la fruibilità, sono in corso procedimenti per la catalogazione in SBN anche di questo fondo.

Orari

NOVEMBRE 

aperta martedì, mercoledì, giovedì e sabato dalle 16 alle 19

DICEMBRE 

aperta martedì, mercoledì, giovedì e sabato dalle 16 alle 19

Informazioni

Tel: 0742/301964

bibliotecaspello@sistemamuseo.it

Il prestito avverrà solo su prenotazione: prima di recarsi in biblioteca si consiglia di prendere visione del catalogo dei libri presenti tramite opac.umbriacultura.it, oppure contattare direttamente la biblioteca ai seguenti recapiti bibliotecaspello@sistemamuseo.it o 0742 301964.

Sarà ammessa una sola persona alla volta, solo con l’uso di dispositivi di protezione individuale e mantenendo la distanza interpersonale di almeno un metro dalle altre persone.

Anche la restituzione continuerà ad avvenire su prenotazione; il libro dovrà essere riconsegnato in busta chiusa con l’indicazione del nome, cognome, data di restituzione e prima di tornare disponibile sarà posto in quarantena per almeno dieci giorni. Inoltre, il materiale non ammesso al prestito sarà consultabile alla presenza delle bibliotecarie e non sarà consentito fermarsi nelle aree di lettura e muoversi tra gli scaffali della biblioteca.

Arrow Up